Strategia di Decarbonizzazione

Sostenibilità ambientale
e responsabilità sociale

UN ALBERO PER IL FUTURO

Piantumazione Alberi

Un Albero per il Futuro rappresenta l’impegno di Natù verso un mondo più verde e giusto, dove ogni individuo ha un ruolo attivo nella costruzione di un futuro sostenibile. Come funziona il progetto?
  • L'Azienda che necessita di un processo di decarbonizzazione chiama Natù
  • Natù chiama il Comune di locazione dell’azienda per patrocinare l’evento
  • Natù chiama a partecipare i bambini delle scuole primarie all'evento
  • Il giorno dell'evento vengono mostrati ai bambini, video di educazione ambientale presso strutture pubbliche (teatro, palasport..).
  • A seguire i bambini vengono chiamati a mettere a dimora gli alberi (aiutati dallo staff di Natù), in un’area brulla scelta dal comune.
  • Un albero per il futuro non va solo piantato ma anche curato. Natù sviluppa un’iniziativa di inclusione sociale affidando ad associazioni di persone diversamente abili la cura degli alberi per 12 mesi.
  • Al completamento delle attività progettuali, NATÙ consegnerà al sostenitore il materiale di comunicazione prodotto durante la realizzazione del Progetto, e come benefit accessorio metterà a disposizione i Carbon Credit certificati da RINA generati grazie al Progetto.
CREDITI DI CARBONIO CERTIFICATI

I crediti di carbonio sono dei certificati di valore che equivalgono a una tonnellata di anidride carbonica (CO2) risparmiata o rimossa grazie a progetti di tutela ambientale.

Questi certificati vengono creati attraverso l’attuazione di progetti ambientali approvati da enti di terza parte. Una volta generati, i crediti di carbonio possono essere scambiati sul mercato e successivamente annullati su un registro pubblico, rappresentando una forma di compensazione per le emissioni di CO2 prodotte altrove.

Le Norme e il Mercato

Tassa Sul Carbonio Per Merci Che Entrano Nell'UE
Tassa sul Carbonio per merci che entrano nell'UE

Tassa sul carbonio per merci che entrano nell’UE L’Unione Europea ha recentemente raggiunto un accordo a Bruxelles sulla tassa sul carbonio alla frontiera, che si applicherà alle merci importate nell’UE e prodotte in vari settori. L’UE ha adottato un ambizioso piano di dazi doganali sulle importazioni per fermare la delocalizzazione di CO2 ovvero la delocalizzazione delle imprese per eludere le norme sulle emissioni. La delocalizzazione della CO2 è la pratica adottata dalle industrie con elevati livelli di emissioni di gas serra di trasferire la produzione al di fuori dell’UE al fine di evitare la più severa normativa europea sul clima.

Direttiva Comunitaria Pubblicata Il 14 Dicembre 2022
Direttiva comunitaria pubblicata il 14 dicembre 2022

La direttiva comunitaria pubblicata il 14 dicembre 2022 impone obblighi di trasparenza alle imprese riguardo alla rendicontazione della sostenibilità. Questa direttiva, denominata Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), richiede alle aziende di grandi dimensioni e alle PMI di includere, nella relazione sulla gestione, le informazioni riguardanti l’impatto dell’impresa sull’ecosistema. La dichiarazione sulla sostenibilità sarà equiparata a quella finanziaria, consentendo agli investitori di disporre di dati comparabili.