Certificazione EQUALITAS con Natù

La certificazione per il vino sostenibile

La certificazione Equalitas per il vino sostenibile mira a promuovere lo sviluppo di pratiche sostenibili e a fornire ai consumatori informazioni dettagliate sulla qualità dei vini certificati come sostenibili.

Nel contesto ESG (Environmental, Social and Corporate Governance), il peso delle certificazioni è in aumento, specialmente nel settore vinicolo internazionale, dove oltre alla qualità, l’origine e la sostenibilità del vino assumono un’importanza crescente.

La Legge 17 luglio 2020, n. 77, ha istituito il “sistema di certificazione della sostenibilità della filiera vitivinicola”. 

La certificazione Equalitas – Vino Sostenibile è una normativa sviluppata su iniziativa di Federdoc e dell’Unione Italiana Vini, con l’obiettivo di fornire al settore vinicolo un quadro condiviso, oggettivo e certificabile da un ente terzo, garantendo una visione comune sulla sostenibilità.

Cos’è la certificazione Equalitas?

La certificazione Equalitas è uno standard volontario di sostenibilità nella produzione di vino italiano, che copre tutti e tre i pilastri della sostenibilità: ambientale, etico ed economico.

La certificazione Equalitas valuta ogni aspetto della produzione vinicola: dall’impronta di carbonio dell’azienda e il consumo idrico, fino alle condizioni di lavoro eque per gli agricoltori, la formazione e i modelli di welfare adottati.

A chi è rivolta la Certificazione Equalitas

La Certificazione Equalitas, di natura volontaria, è destinata a tutti gli attori della filiera del vino, inclusi agricoltori, produttori e imbottigliatori.

Il suo campo di applicazione comprende:
  • Certificazione Corporate Azienda: può essere ottenuta da singole aziende, multisite, gruppi di produttori e realtà con attività in outsourcing.
  • Certificazione Vino: è rivolta a singole aziende che gestiscono l'intero processo produttivo, singole aziende che coordinano la filiera e gruppi di produttori.
VANTAGGI DI EQUALITAS

La certificazione Equalitas integra i principi di qualità con quelli di sostenibilità, coprendo l’intera filiera del vino, dalle organizzazioni del settore primario fino a quelle coinvolte nella trasformazione e nell’imbottigliamento. La certificazione Equalitas per il vino sostenibile promuove un approccio integrato che considera:

Grazie a questa certificazione, il consumatore può acquistare un prodotto di alta qualità, con un basso impatto ambientale, conforme alle normative contrattuali e ai requisiti di salute e sicurezza sul lavoro.

Come ottenere la certificazione vino sostenibile Equalitas

I requisiti per ottenere la certificazione vino sostenibile Equalitas combinano aspetti di gestione della qualità, tracciabilità alimentare e sostenibilità ambientale.

Questi includono:

  • Gestione aziendale: Controllo di gestione e dimostrazione degli investimenti economici già effettuati e pianificati per la sostenibilità.
  • Dipendenti: Piano di crescita per i lavoratori, equità delle retribuzioni, gestione del turn-over.
  • Fornitori: Criteri per stabilire un prezzo equo dei prodotti acquistati e adeguamento alle nuove normative.
  • Biodiversità: Valutazione dell'indice di biodiversità del suolo nei vigneti, indice di biodiversità acquatica su tutta la superficie aziendale e indice di biodiversità lichenica nell'aria (IBL-bf) su tutta la superficie aziendale.
  • Impronta carbonica: Misurazione della Carbon Footprint.
  • Impronta idrica: Misurazione della Water Footprint.
  • Bilancio di sostenibilità: Redazione del bilancio di sostenibilità.
  • Dichiarazione di conformità: L'organizzazione è autorizzata a dichiararsi "AZIENDA SOSTENIBILE" nelle forme previste.

Conformandosi a questi requisiti, le aziende possono ottenere la certificazione Equalitas, attestando il loro impegno verso una produzione vinicola sostenibile.

RICHIEDI INFORMAZIONI

La soddisfazione del cliente è la nostra priorità.